RIONE MONTI

Fra due grandi arterie viarie, la via Cavour e la via Nazionale, si trova Monti, anticamente chiamato la Suburra, quartiere “Sub Urbe” – sotto la città, i cui scantinati sbucano al Colosseo. Le sue strade dissestate sono fatte di sanpietrini, e i suoi vicoli di notte sono di una bellezza da mozzare il fiato. Il rione Monti è il quartiere più antico di Roma. Qui, come in pochi altri posti al mondo, si cammina sopra più di duemila anni di storia. Quartiere tra i più pittoreschi della capitale, gran parte della sua bellezza deriva dalle stradine strette, dai palazzi antichi, delle insegne scolorite di osterie e taverne, dalle atmosfere che rimandano a una Roma dimenticata.

Storia del quartiere

In epoca romana Monti era un quartiere popolare. L’alto tasso di densità demografica ha fatto sì che questa parte di Roma diventasse un vero e proprio forziere di testimonianze e ritrovamenti archeologici. Ma il fascino di Monti sta soprattutto nella sua storia: il nome “Monti” deriva dalla particolare locazione geografica del quartiere, situato tra il colle Esquilino, il Viminale e il Quirinale.

Il Museo dei Fori Imperiali

uno dei più belli e interessanti di Roma, sorge sugli antichi e spettacolari Fori Romani. Una volta entrati nel sito, sarete catapultati nella Roma Imperiale e potrete esplorare la storia dei fori di Traiano, di Augusto e di Nerva. Con il passare dei secoli il quartiere mutò aspetto: alle vecchie case romane si sostituirono quelle medievali, poi i palazzi rinascimentali, alle antiche vie di comunicazione si affiancarono nuove strade e direttrici, e sui templi pagani sorsero le nuove chiese.

Chiese

Tra i tesori storici del rione Monti, meritano una visita le basiliche di Santa Maria Maggiore e di San Pietro in Vincoli, uno dei luoghi sacri più belli di Roma, di origini antichissime, che custodisce il Mosè di Michelangelo

Piazza della Madonna dei Monti

Tutto il quartiere ruota intorno alla piazzetta di Madonna dei Monti, con la caratteristica Fontana dei Catecumeni, disegnata dall'architetto Giacomo della Porta, che è il luogo di ritrovo principale sia degli abitanti, sia dei turisti.

Ristoranti e negozi

Monti è anche il quartiere delle gallerie d'arte e delle vinerie, costellato da negozi-gourmet e ristoranti slow food. A Monti resiste una rete di piccoli commercianti e artigiani che ti danno l’impressione che il tempo si sia fermato. Sono doratori, cromatori, falegnami, fabbri, robivecchi travestiti da antiquari. C'è uno dei più famosi mercatini vintage di Roma, ci sono i pub, dove turisti anglofoni si riuniscono e poi cantano per le strade a notte fonda. E poi ci sono i pittori e le piccole ma preziose gallerie d’arte.